Cosiddetto “Stadio della Roma”, aperta la Conferenza dei servizi in Regione: noi c’eravamo.

RICEVIAMO DAL COMITATO PENDOLARI ROMA OSTIA E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO.

 

 

In data 10/11/2016 presso gli uffici della Regione in Via del Giorgione 127 si è svolto il secondo incontro per la Conferenza dei Servizi per il Business Park e Stadio della Roma

Erano presenti i quattro enti preposti rappresentati dai seguenti funzionari:

Regione Lazio – Demetrio Carini

Comune di Roma – Vittoria Crisostomi

Città Metropolitana – Massimo Piacenza

Stato – Carlo Noteruzzi.

Inoltre hanno presenziato alla riunione i loro collaboratori i rappresentati di ACEA, ACEA ATO2, ITALGAS, SNAM, ARETI, vi erano i rappresentati della Società proponente EURNOVA S.p.a, e i rappresentati dei vari comitati invitati come uditori tra cui noi.

La riunione è cominciata poco dopo le 10.00 e sono stati uditi i rappresentati delle società dei sottoservizi.

In particolare ARETI ha evidenziato il problema per lo spostamento di una cabina in un’altra area soggetta ad esproprio però inizialmente destinata ad altro quindi va rifatta la procedura.

C’è da sottolineare come ACEA ATO 2 ha fatto presente che l’opera (Business Park e Stadio) comporterà necessariamente un ampliamento del depuratore per poter smaltire le acque e ovviare al problema degli odori, quantificato in un costo di 15 mln di €. Alla richiesta i rappresentati della EURNOVA hanno risposto con un diniego poiché in sostanza non è un loro problema e non era contemplato nella delibera 132/2014, della serie io costruisco quello che mi pare e dove mi pare poi se comporta opere per il miglioramento dei servizi che ci pensi pantalone.

Nella seconda parte si sono affrontati i temi della Viabilità e della Mobilità

I rappresentati della EURNOVA hanno mantenuto la stessa linea e cioè tutto ciò che non è compreso nella delibera 132/2014 anche se necessario per migliorare la fruizione dell’area a loro non interessa.

Il tecnico dello Stato ha fatto presente di come tutti gli svincoli nuovi a servizio dell’area non siano a norma di sicurezza e quindi vadano rivisti inoltre ha sottolineato di come il ponte di collegamento fra l’autostrada Roma- Fiumicino e la Via del Mare sia solo a servizio della stessa e non serva a connetterla con Parco dei Medici e anche questo andrebbe rivisto.

Il tecnico di Roma Metropolitana ha evidenziato di come le opere non saranno sufficienti per poter smaltire tutto il nuovo traffico in quanto oggi abbiamo 4 corsie fra Via del Mare e Ostiense e altrettante ne avremo dopo.

Il tecnico del Comune ha ricordato che ATAC ha bocciato il prolungamento della B, i rappresentati della EURNOVA hanno ribadito che non sono previsti investimenti per la linea ROMA-LIDO e che la società darà solo i 57 mln di € per il prolungamento della B e nulla più.

A fine riunione ci è stato concesso di fare qualche appunto.

>   Abbiamo evidenziato come ad oggi tutto il progetto della Mobilità e della Viabilità presentato sia estremamente carente in quanto ad oggi non vengono riportati i flussi reali attuali sommati a quelli futuri del Business Park e dello Stadio, di come 16 treni l’ora 8 per direzione quindi uno ogni 7.30 minuti siano appena sufficienti a dare un pò di respiro, nel vero senso della parola, ai pendolari attuali e quindi non riusciranno a smaltire i 30.000 (solo tifosi) in più previsti.

>   Abbiamo evidenziato di come ad ora non è stato redatto nessun rapporto sui costi aggiuntivi che l’amministrazione dovrà sostenere per eventualmente incrementare le corse sulla Roma Lido e sulla FL1 (l’ultima partenza è alle 22.20) in quanto paga gli enti gestori per ogni singola corsa effettuata.

>   Infine a supporto del fatto che il progetto della Mobilità è fumo, abbiamo fatto presente che alcune delle line bus riportate da EURNOVA come a servizio dell’area non lo siano poiché hanno fermate molto distanti o addirittura da un’altra parte e hanno frequenze molto alte (una all’ora), ad esempio la 070 che va dalla Stazione C.Colombo a Eur Palasport, o la 078 che la Domenica non effettua corse o la 981 la cui fermata più vicina (71460) è a 3.5 km dall’area ecc.

Il quadro che ci si è prospettato è davvero preoccupante specialmente per l’atteggiamento di EURNOVA alla quale sostanzialmente non importa dei cambiamenti che comporterà l’opera. L’area ormai è come un secchio colmo d’acqua e questo progetto è il sasso che la farà trasbordare.

Infine non capiamo bene quale funzione abbia la Conferenza dei Servizi se poi a fine riunione i singoli uffici hanno preso appuntamenti privati con i rappresentati del proponente EURNOVA S.p.a. per vedere singolarmente le varie problematiche, ci sembra una mancanza di trasparenza.

Come abbiamo riportato, le amministrazioni hanno mandato a rappresentarle solo funzionari “tecnici”, come se tutta la partita fosse solo una questione di centimetri in più o in meno e per questo  dispiace di  non aver visto nessun rappresentate politico.

Per noi invece la partita è soprattutto politica, perché l’assetto di un quadrante importante della città è questione prima di tutto politica e solo dopo tecnica.

MA LA POLITICA DOV’E’?

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...