Spinaceto: “L’acqua è un bene comune” ed i cittadini si autoriducono le bollette

Spinaceto: “L’acqua è un bene comune” ed i cittadini si autoriducono le bollette

Rifondazione Comunista chiede al Presidente Santoro di adoperarsi contro i distacchi idrici operati da Acea, come protesta per il mancato rispetto dell\’esito referendario

Fabio Grilli – Roma EUR Today 27 novembre 2013

Tre quesiti referendari, per l’affluenza alle urne ed i risultati prodotti, hanno restituito lustro al più importante strumento di partecipazione popolare  previsto dalla nostra Costituzione. Parliamo chiaramente delle votazioni che si sono consumate due anni e mezzo fa, sul nucleare, il legittimo impedimento e sull’acqua come bene comune.

IL RISULTATO DISATTESO – Tuttavia, a distanza di quasi trenta mesi, l’ultimo quesito non sembra trovare l’applicazione che molti si attendevano.    “La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione , recita l’art.1 della Costituzione Italiana – scrive in un comunicato il Circolo Burocchi di Rifondazione Comunista, a Spinaceto –  il 12 e 13 giugno 2013 27 milioni di cittadini italiani con  un referendum hanno esercitato il proprio diritto alla sovranità ed hanno detto: no alla mercificazione dell’acqua, risorsa naturale, bene comune, diritto umano universale da cui non si deve ricavare profitto”.

I CITTADINI E LE ISTITUZIONI – “L’esito del referendum, tranne qualche rarissimo caso – osservano gli attivisti del Circolo di Spinaceto – è stato ignorato dalle Istituzioni, sempre più  distanti dalle istanze dei cittadini e sempre più vicine agli interessi dei grandi gruppi imprenditoriali e  finanziari. Ma le Istituzioni hanno il dovere di rispettare la sovranità popolare, e di applicare l’esito del Referendum”

I DISTACCHI IDRICI E L ‘AUTORIDUZIONE – Pertanto il Circolo Burocchi, distintosi positivamente durante la campagna referendaria, “ chiede al Consiglio del IX Municipio di votare le Mozioni contro i distacchi idrici operati da ACEA nei confronti dei cittadini che hanno  applicato l’esito del Referendum –attraverso l’autoriduzione delle bollette –  e per la Ripubblicizzazione di ACEA  – ed inoltre – chiede al Presidente del IX Municipio Andrea Santoro di adoperarsi presso il Sindaco di adoperarsi affinché venga rispettata la volontà popolare”.

via Spinaceto: “L’acqua è un bene comune” ed i cittadini si autoriducono le bollette.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...