NAPOLITANO, ORA BASTA!

Per fortuna che se ne sta andando.

Mancano pochi giorni all’addio al Quirinale di Giorgio Napolitano, il presidente monarca, tanto apprezzato dalla Merkel e dai mercati internazionali, che però da noi non si farà certamente rimpiangere.

A ben vedere il suo settennato è stato costellato da vere e proprie perle, che direttamente o indirettamente, portano la sua firma. Ne elenchiamo per difetto solo alcune:

–          Approvazione senza fiatare di innumerevoli leggi ad personam pro-Berlusconi  (Cirielli, Cirami, lodo Schifani, ecc………),

–          Mancato scioglimento delle Camere e non indizione di nuove elezioni nel novembre 2011, con conseguente affidamento dell’incarico al governo del “tecnico” Monti, e tutto quello che ne è derivato,

–          Scioglimento anticipato delle Camere a dicembre 2012,  con scippo dei referendum su lavoro e welfare, in barba alle centinaia di migliaia di cittadini che avevano firmato,

–          Concessione della grazia al direttore del Giornale Sallusti,

–          Creazione di un gruppo di saggi per la definizione del programma di governo la settimana scorsa, scippando il Parlamento delle sue prerogative,

–          Infine concessione pochi giorni fa della grazia all’agente della CIA  Joseph Romano, già condannato a sette anni in via definitiva per il rapimento di Abu Omar a Milano nel 2003.

 

E lasciamo perdere le intercettazioni telefoniche sulla contrattazione stato-mafia, le ingerenze nell’operato della magistratura, ecc…..

 

Insomma, sono davvero pochi i Presidenti della Repubblica che possono vantarsi di aver fatto di peggio. E pensare che passa per essere un presidente di sinistra!! Roba da far rimpiangere il democristiano Scalfaro, che in confronto è un gigante per essersi opposto senza tentennamenti a Berlusconi.

Ma l’ultima (speriamo!) ciliegina sulla torta è davvero di quelle che fanno dire: basta! Il tradizionale servilismo rispetto agli Stati Uniti da parte del nostro paese non aveva certo bisogno di ulteriori dimostrazioni.  E se la concessione della grazia, come si è detto e scritto, ha qualcosa a che fare con il torbido caso dei due Marò è ancora peggio.

Le prigioni scoppiano di gente in attesa di giudizio, di tossici, ladruncoli, Rom e poveracci, ma nessuno di questi  godrà della clemenza del capo dello stato, che è generoso solo con i “poteri forti”.

Addio Napolitano, davvero non ci mancherai.

 

MM

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...