L’indignazione popolare si fa sentire a SPINACETO! Fermiamo i privileggi

In tutto il Lazio si stanno raccogliendo le firme contro il vitalizio che consiglieri comunali ed assessori si sono assegnati nel Lazio.

85 tra consiglieri e assessori attualmente in carica percepiranno a fine legislatura 4˙400 euro lordi al mese, per un totale di 4,5 milioni di euro l’anno.
Se calcoliamo che andranno in pensione al compimento dei 50 anni e stimando una vita media di 84 anni, per loro la Regione Lazio spenderà un totale di 153 milioni di euro. La Federazione della Sinistra ha promosso un referendum abrogrativo dei vitalizi che permetterebbe di reinvestire questi soldi pubblici a favore dei cittadini.

Con 50˙000 firme i cittadini del Lazio possono indire unreferendum regionale per abrogare questo privilegio.

In prima linea Spinaceto per dire NO all’ennesimo atto di arroganza!
Gli attivisti del circolo sono da settimane tra la gente, nelle piazze e nei mercati di Spinaceto e del XII municipio, ascoltando e dando voce all’indignazione  popolare  raccogliendo firme per il referendum.

Seguite Rosso a Roma per i prossimi appuntamenti per firmare per il referendum.

Di seguito il comunicato stampa del comitato promotore del referendum NO Vitalizi.

COMUNICATO STAMPA

Campagna referendaria Stop ai privilegi

Comitato promotore No Vitalizi Lazio:“Spinaceto raggiunge quota 1000 firme”

“Prosegue a gonfie vele la campagna referendaria per l’abrogazione dei vitalizi dei consiglieri e degli assessori della Regione Lazio, avviata dalla Federazione della Sinistra. E’ Spinaceto questa volta a spiccare tra i municipi romani perché, in poco tempo, sono già state raccolte 1.000 firme e il numero è in costante aumento”. E’ quanto afferma il comitato No Vitalizi Lazio.

“Si tratta di un traguardo rilevante – continua – che dimostra ancora una volta l’interesse della collettività rispetto a un tema così importante. Attraverso il referendum abrogativo, che sta prendendo il via con bacchetti per la raccolta firme dislocati nelle cinque province laziali, la Federazione della Sinistra vuole restituire equità sociale e porre fine a un privilegio particolarmente insopportabile in un momento in cui le condizioni di vita di gran parte della popolazione peggiorano sempre di più, a causa di una gestione della crisi che penalizza i più senza intaccare i privilegi di pochi”.

“La partita in gioco è alta – proseguono – perché la vittoria del referendum porterebbe a un risparmio di più di 4 milioni di euro l’anno, solo eliminando i vitalizi dei consiglieri attualmente in carica. Si tratta di fondi pubblici che potrebbero essere reinvestiti in sanità, cultura, servizi sociali. Ricordiamo, infine, che è possibile firmare presso tutte le segreterie dei Comuni del Lazio, muniti di una valido documento di riconoscimento. Servono 50.000 firme per dire Stop ai privilegi! Invitiamo tutti i cittadini a far sentire la propria voce e contribuire così al risanamento della politica”, conclude il Comitato No Vitalizi Lazio.

Quanti sono interessati, possono avere informazioni consultando il sito www.novitalizilazio.it

o inviando una mail all’indirizzo info@novitalizilazio

Ufficio Stampa Fds Regione Lazio

392 8001603

www.novitalizilazio.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...