Quale Europa? Se ne parla oggi (23/03/2017)

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

Non è solamente una mera questione di pasta e fagioli, non c’è più tempo, o si fa una vera ed unitaria politica di sinistra oppure questa politica di centro-destra ci porterà alla tomba !

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

PROGRAMMA X CONGRESSO PRC FEDERAZINE di ROMA.

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

X Congresso PRC ROMA

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Emergenza lavoro_SESSIONE APERTA

Immagine | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

OTTOMARZO2017

Immagine | Pubblicato il di | Lascia un commento

contropiano.org : associazioni solidali con la lotta del popolo palestinese si prendo piazza del Campidoglio

Vi rimandiamo al post di contropiano.org dal titolo:

Roma. Il Comune nega la sala, gli attivisti Bds si prendono piazza del Campidoglio

foto  di Patrizia Cortellessa

foto di Patrizia Cortellessa

Non hanno accettato i diktat dell’ambasciata israeliana nè la codardia politica del Consiglio comunale M5S e della “sinistra” presente in Campidoglio.
Oggi pomeriggio, dopo che era stata repentinamente negata la sala già concessa, gli attivisti della Campagna Bds, dei comitati e associazioni solidali con la lotta del popolo palestinese, hanno mantenuto lo stesso l’appuntamento in Campidoglio. Insieme a loro c’era Ann Wright, ex diplomatica statunitense protagonista di numerose missioni a Gaza sotto assedio.

Vai all’articolo

Pubblicato in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto | Lascia un commento

COMUNICATO STAMPA (FEDERAZIONE PRC ROMA) “NEGATA LA RAPPRESENTAZIONE DEI DIRITTI DEI PALESTINESI IN CAMPIDOGLIO”

Partito della Rifondazione Comunista
Federazione di Roma

Alle compagne e ai compagni della Federazione PRC Roma

“NEGATA LA RAPPRESENTAZIONE DEI DIRITTI DEI PALESTINESI IN CAMPIDOGLIO”

COMUNICATO  STAMPA

“Spiace apprendere che le pressioni e le diffamazioni dell’ambasciata israeliana nei confronti della campagna nonviolenta BDS (Boycott, Divestment and Sanctions) hanno ottenuto il risultato di impedire all’ex ambasciatrice statunitense Ann Wright di parlare dei diritti dei palestinesi in Campidoglio, nell’ambito della iniziativa “Gaza: rompiamo l’assedio”, promossa da BDS-Roma per oggi pomeriggio alle ore 17.00. La campagna BDS, promossa da decine di associazioni della società civile palestinese e sostenuta dalle organizzazioni anti-occupazione israeliane, oltre che da movimenti pacifisti in tutto il mondo è una forma di pressione dal basso, nonviolenta, legittima e antirazzista, per ottenere il rispetto delle risoluzioni delle Nazioni Unite e la fine dell’occupazione e della colonizzazione dei territori palestinesi da parte dello stato israeliano.

Come Rifondazione Comunista, che pure ha contribuito alla costituzione di Sinistra X Roma, non siamo stati consultati e non condividiamo la scelta del gruppo consiliare di revocare la richiesta della sala ed auspichiamo che ci sia un ripensamento”.

Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Partito della Rifondazione Comunista

Federazione di Roma

Uff. Stampa
Roma, 28 febbraio 2017

Pubblicato in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto | Lascia un commento

Comunicato Stampa – Nessun risarcimento è dovuto per il fallimento del Business Park!

Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento

Nessun risarcimento è dovuto per il fallimento del Business Park!

Nella rabbia per la possibile perdita di profitti milionari derivanti dalla progettata speculazione edilizia a Tor di Valle, i proponenti del Business Park minacciano ora la città di Roma di richieste di risarcimento milionarie.

Ricordiamo che la delibera 132 del 2014 approvata dalla Giunta Marino,
che riconosce al proponente il cosiddetto “pubblico interesse”, al punto 9 della stessa, a pag. 12, riporta le testuali parole:

“Il mancato rispetto delle su esposte condizioni necessarie, anche solo di una, comporterà la decadenza ex tunc del pubblico interesse qui dichiarato e dei presupposti per il rilascio degli atti di assenso di Roma Capitale e della Regione Lazio, risoluzione della convenzione, con conseguente caducazione dei titoli e assensi che dovessero essere stati medio tempore rilasciati”.

Tra le “su esposte condizioni necessarie” c’è la realizzazione del tronchetto di metro B da Magliana a Tor di Valle, una delle opere più costose, a detta degli stessi proponenti, e che quindi “producono” per compensazione più metri cubi a loro favore. Ebbene, la stessa ATAC ha da tempo dichiarato che questo sfioccamento non è realizzabile:
semplicemente, non c’è la distanza minima prevista dalla normativa tra il costruendo binario e le case del quartiere di Decima.

Si tratta di una svista clamorosa da parte dei proponenti: con tutti i loro architetti e i loro rendering hollywoodiani, non sono stati capaci nemmeno di andare lì sul posto e prendere le misure con una fettuccia da muratore!

Questo, da solo, mette la parola fine a ogni possibile contenzioso.

Ma non vogliamo trascurare un altro dato essenziale: oltre alla non fattibilità tecnica, da subito sostenemmo che lo sfioccamento della metro B sarebbe stato comunque insensato: avrebbe significato togliere metà dei treni che vanno alle fermate Eur Palasport, Eur Fermi e Laurentina, raddoppiando i tempi di attesa degli utenti di quell’ampio settore e dei pendolari della via Cristoforo Colombo, della Pontina e della Laurentina. E anche su questo ATAC ci ha dato ragione.

A Tor di Valle la ferrovia c’è già, è il trenino Roma-Lido, tratta che attende da troppo tempo di essere restaurata e adeguata. Ma il restauro e l’adeguamento della Roma-Lido è responsabilità della regione Lazio, mentre i proponenti avevano la necessità di  “inventarsi” qualcosa da poter fare “a spese loro”, per trasformarla in metri cubi.

Roma, 24 febbraio 2017

Comitato Difendiamo Tor di Valle dal Cemento

Pubblicato in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto | Lascia un commento

Paolo Ferrero sui sigilli al Rialto Occupato

Paolo Ferrero

RIALTO – PRC: «Raggi sgombera Forum acqua: Grillo chieda scusa e la sua giunta riapra spazio sociale
  Rifondazione esprime solidarietà e mette le sue sedi a disposizione delle associazioni sgomberate»

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea. dichiara:

«Non ci sono parole per qualificare la gravità dello sgombero del Rialto S.Ambrogio da parte del Comune di Roma.

La giunta Raggi avrebbe dovuto in questi mesi affrontare e risolvere la questione degli immobili invece oggi ha mandato i vigili a sigillare un immobile che le associazioni e i movimenti hanno reso un punto di riferimento di livello nazionale e internazionale in campo culturale e sociale.

Come per lo stadio anche in questo caso si continua a procedere sulla scia delle precedenti amministrazioni, in questo caso quello della delibera della giunta Marino che ha affrontava il tema degli immobili del Comune solo sul piano della valorizzazione economica senza tenere conto del ruolo di chi opera senza fini di lucro.

Grillo dovrebbe chiedere scusa ai milioni di italiani che ha preso in giro.

Aveva raccontato di un movimento che raccoglieva le lotte dei cittadini e invece manda nelle istituzioni gente incompetente ed estranea ai movimenti sociali che non si fa scrupolo di sgomberare il luogo dove è stato ideato e organizzato il referendum per l’acqua bene comune.

Il movimento virtuale, che ha costruito le sue fortune elettorali appropriandosi delle battaglie combattute da altri, sgombera i movimenti reali come il Forum dell’acqua e associazioni come Attac, Trasform e il Circolo Gianni Bosio.

La giunta Raggi torni sui suoi passi e restituisca il Rialto a chi per anni ne ha fatto un luogo di difesa dei beni comuni.

   Esprimiamo la nostra solidarietà alle associazioni sgomberate e mettiamo a disposizione le nostre sedi».

16 febbraio 2017

Pubblicato in Attività del Circolo del PRC di Spinaceto | Lascia un commento